Autore
Titolo
Collana
  -
..
  .Cerca per categoria:
.Search by category:


Grandi Opere

Arte

Cinema

Critica letteraria

Etnologia e geografia

Fotografia

Letteratura italiana

Letture per ragazzi

Musica

Ristampe

Saggistica varia

Storia

Storia locale

Teatro

Turismo - Guide

Urbanistica e Architettura

Archeologia

Storia del Diritto

Poesia

Narrativa

Biografie



 



È pericoloso sporgersi

Giovanna Brogna Sonnino

20x24, ISBN 978-88-7751-309-0, pagg. 124, ill. - Cod: 200913

€ 35,00 / (L.67.769)


È pericoloso sporgersi mette insieme più di duecento fotografie a colori e in bianco e nero, scattate dal 1968 al 1994 e suddivise in dieci sezioni, otto video girati tra il 1992 e il 2006 e sei installazioni realizzate dal 2004 al 2009. Le immagini di Giovanna Brogna/Sonnino sono affettuose, delicate, personali e nel loro insieme, come in un diario, rivisitano l’originale percorso dell’autrice. Sono appunti di chi ha il dono di un’attenzione istintiva e profonda, rivolta a tutte le cose, anche le più piccole.

Sommario

Prendiamo un punto nell’infinito p 5
Dio benedica chi si ammmazza di fatica p 12
Visto da vicino nessuno è normale p 17
Nero con nero non tinge p 22
Etica ed estetica qui non sono la stessa cosa p 25
Ti offrono noccioline perché poi ti vendono da bere p 29
Come si fa a parlare di libero arbitrio quando ci sono persone a cui muoiono i genitori e ereditano tutto p 32
Bisogna perdere delle occasioni per averne altre p 34
L’oggetto totale è bianco p 37
Mai sottovalutare la capacità che ha un uomo di sottovalutare una donna p 45
Cumannari è megghiu di fùttiri p 48
La religione odia le droghe, non sopporta la concorrenza p 50
Disponibilità? Totale p 55
Niente ha senso perché dovrebbe averne quello che succede a te p 59
Le cose non hanno solo una superficie quella è la TV, hanno anche una profondità questa è la vita p 61
Ce n’è per tutti p 64
Verde nove verde p 69
Non so se ci hai fatto caso ma si dice contrarre matrimonio p 72
Se c’è un fucile attaccato alla parete al terzo atto deve sparare (A. Checov) p 79
Io escludo di poter amare qualcuno più di quanto amo me stesso p 83
Però bello vivere certe volte, no? p 88
Quando il dentifricio è uscito dal tubetto è difficile rimetterlo dentro p 91
La cosa più angosciosa di quando soffri è che non trovi mai la posizione comoda per farlo p 97
E se davvero non ci fosse niente? p 100
La Sicilia è cultura p 103

Visualizza Carrello